martedì 2 giugno 2015

Kessa : guanto esfoliante e Hammam

Buongiorno a tutti, questa mattina vorrei parlarvi di un tipo di guanto che si utilizza per il trattamento esfoliante per la bellezza del proprio corpo: un trattamento semplice, naturale e utilissimo per la rigenerazione cellulare. Questo guanto si chiama “Kessa” e il suo utilizzo ha origini antichissime. Da secoli, infatti, questo tipo speciale di guanto è utilizzato negli hammam marocchini come una vera e propria cura per la salute e la bellezza. Gli hammam marocchini sono un complesso termale in cui si effettuano diverse fasi di “pulizia”: dal bagno turco al massaggio rilassante con olio di argan. Si tratta di un rituale di bellezza per il fisico e la mente.

Tuttavia, nell’Islam, la separazione dei sessi fece in modo che si creassero un gruppo di ore in cui le terme fossero accessibili soltanto agli uomini e un identico gruppo di ore impiegabile dalle donne.

La struttura del tipico hammam marocchino è costituita da : un locale dove l’acqua veniva riscaldata per essere immessa in grandi vasche, una parte addetta al massaggio dei corpi e una parte addetta alla depilazione.

In epoca romana, l’hammam acquisì una vera e propria funzione sociale perché divenne il luogo ideale per incontrasi, per passare piacevolmente il tempo e curare il proprio corpo.





Dalla tradizione marocchina, il guanto kessa è il protagonista degli hammam insieme al "savon noir" (sapone nero). Grazie a questo tipo di guanto si eliminano le cellule morte, le tossine e le impurità presenti sulla pelle.


   il mio guanto kessa


Questo trattamento permette di riattivare la circolazione per avere una pelle fresca, liscia e vellutata.

Io, personalmente, utilizzo il kessa sotto la doccia calda una volta a settimana. Il calore infatti oltre ad ammorbidire la pelle, aiuta ad aprire i pori.

Il guanto si può utilizzare anche facendo un bagno caldo e la combinazione con il sapone nero è perfetta.

Purtroppo il savon noir non è ancora nelle mie mani, ma provvederò ad acquistarlo in quanto è consigliassimo per la sua funzione esfoliante e purificante.

Il sapone nero è conosciuto anche come sapone marocchino o sapone nero africano; ha una consistenza pastosa, molto diversa dai soliti saponi che siamo soliti vedere in commercio. Il savon noir è ottenuto a partire dall’olio d’oliva e il suo colore è marrone scuro. La sua caratteristica principale è quella di pulire a fondo la pelle in modo delicato e la nutre lasciando una nota esotica senza ungere o irritare la pelle.


Savon noir 
Per completare il tutto, è consigliato profumare il corpo con l’acqua di rose naturale, la mia preferita, o massaggiare e nutrire la pelle con l’olio di argan.

A proposito di kessa e sapone nero, vi consiglio la lettura di un interessante articolo di Elena Rossi, admin di Vanity Space, nel quale ci spiega molto dettagliatamente quali sono gli ingredienti dell'originale Sapone Nero e come si utilizza :)

Nessun commento:

Posta un commento