sabato 4 giugno 2016

Abbronzarsi consapevolmente...


Ciao ragazze

L’estate si avvicina e il sole diventa sempre più nemico per la nostra pelle. Per questo motivo è molto importante proteggerla con i solari giusti dotati di filtri specifici. 
Oggi vi mostro quali sono i prodotti che utilizzerò per l’estate 2016; di alcuni di essi, ve ne ho già parlato nelle precedenti review. 




Come vi ho detto nella review sull’acqua abbronzante Eco By Sonya, l'abbronzatura sta diventando un vero e proprio fenomeno di culto e sempre più spesso si è alla ricerca di una tintarella più bella e salutare.

Tuttavia, la storia dell’abbronzatura risale a tempi lontanissimi e ci racconta che il rapporto con la tintarella è cambiato profondamente con il passare degli anni: in passato si venerava il culto del “pallore” come simbolo di “nobiltà” e benessere economico e l’abbronzatura della pelle era sola prerogativa di ceti sociali umili cioè di chi lavorava. Poi nel tempo il rapporto con l’abbronzatura è cambiato e la tintarella è divenuta sinonimo di benessere e di vita agiata diventando talvolta una vera e propria ossessione e in alcuni casi degenerando in una patologia clinica denominata “tanoressia”.

Tale vocabolo ricorda molto un’altra grave malattia, molto conosciuta e temuta e che comporta una sbagliata percezione di se stessi: l’anoressia.

Infatti, mentre il soggetto che soffre di anoressia non si vede mai abbastanza magro, allo stesso modo, il soggetto che soffre di tanoressia non si vede mai abbastanza abbronzato, per cui fa un abuso smisurato di esposizione ai raggi Uv, senza precauzioni e senza limitazioni. Pare che a soffrire di questo disturbo, in maniera più o meno blanda, sia una buona parte della popolazione occidentale. Un problema certamente da non sottovalutare.

Senz’altro abbronzarsi fa bene al corpo ed alla mente, ma bisogna sempre proteggersi e soprattutto mai esagerare e far diventare l’abbronzatura un’ossessione altrimenti non solo si rischia di diventare schiavi di se stessi ma il corpo ne risente diventando sensibile all’insorgenza di malattie molto gravi, quali per esempio il melanoma della pelle.

È molto importante volersi bene ed essere consapevoli dei rischi che si incontrano se non si presta attenzione all’esposizione solare, ai raggi Uv e infrarossi.

In linea generale, la radiazione solare viene in gran parte assorbita dall'atmosfera terrestre che agisce da vero e proprio filtro; tuttavia, le radiazioni che riescono a oltrepassare questa barriera protettiva naturale sono composte da tre diversi tipi di luce:

1) Luce visibile a occhio nudo: non è strettamente pericolosa ma può provocare fastidiosi bagliori agli occhi. Tuttavia, è anche indispensabile per la regolazione delle attività corporee come il ciclo sonno veglia e l'andamento circadiano degli ormoni.

2) Raggi ultravioletti: la caratteristica principale è la loro lunghezza d’onda ovvero ciò che determina la profondità di penetrazione cutanea. In base ad essa si distinguono in : Uv-A , Uv-B, Uv-C.

Essi possono pertanto provocare eritemi, distruggere i capillari, il collage e l’elastina e nei casi più gravi possono alterare il materiale genetico contenuto nel DNA aumentando il rischio di comparsa di tumori cutanei.

3) Raggi infrarossi : la loro caratteristica principale è la trasmissione di calore allo strato superficiale della pelle; un eccessivo assorbimento può danneggiare la pelle per ipertermia e provocare sintomi che vanno dalla vasodilatazione alla disidratazione cutanea.

Come potrete ben capire è molto importante quindi, proteggere la pelle da questi raggi. 

Ma in che modo?

Semplicemente prendendosi cura di se stessi e utilizzare i solari adatti.

Questi sono i solari che utilizzo.



È molto importante seguire un’alimentazione corretta ricca di frutta e verdura di stagione per sgonfiarsi, disintossicarsi e stimolare la melanina e bere molta acqua.

Prima di esporsi al sole è necessario preparare la pelle con una bella esfoliazione per rimuovere le cellule morte e idratarla con oli e creme. In questa fase, un prodotto molto utile ed efficace è l’attivatore di abbronzatura Arangara di cui vi ho parlato in una delle precedenti review perché il suo uso costante consente di mantenere intatta la protezione naturale della pelle idratandola in profondità.

La protezione della pelle, soprattutto quella del viso, è necessaria non soltanto nel periodo estivo ma anche per il resto dell’anno. Il mito da sfatare è proprio quello che dice di proteggersi dal sole soltanto nei mesi caldi e al mare perché il sole può provocare danni in tutte le stagioni e per questo è indispensabile utilizzare creme contenenti filtri solari anche nei mesi più freddi o in montagna.

Un acceso dibattito è quello che riguarda i filtri fisici e quelli chimici per quanto riguarda l’inquinamento e l’impatto ambientale. A questo proposito vi consiglio di leggere l’articolo di Elena Rossi di Vanity Space che con un’attenta e scrupolosa analisi svolta in collaborazione con biologi, chimici e formulatori, ci spiega in maniera chiara e onesta cosa sono questi filtri ma soprattutto il perché entrambi inquinano. In sostanza, è chiaro che i filtri chimici inquinano ma anche i filtri minerali subiscono dei procedimenti industriali da non sottovalutare perché anch’essi provocano un impatto ambientale. La scelta di usare uno piuttosto di un altro spetta al consumatore e alla sua conoscenza e consapevolezza.

Ma torniamo a noi…

Per quanto riguarda la protezione solare per il viso, su consiglio di Elena ho acquistato Anthellios XL SPF 50+, un gel – crema tocco secco anti-lucidità di La Roche Posay. Ha una protezione molto alta ed è resistente all’acqua. Offre una protezione ottimale ai raggi UVB e UVA grazie al suo sistema filtrante fotostabile con Mexoplex®. È privo di parabeni ed è formulato anche per le persone intolleranti al Nickel. In particolar modo è adatto per coloro che hanno una pelle grassa o mista grazie alla doppia azione anti-lucidità. Questa azione regala un assorbimento immediato e un effetto opacizzante senza lasciare tracce bianche e senza ungere. È stata studiata per coloro che hanno una pelle sensibile o tendente ad intolleranze solari, comunemente chiamate allergie solari. Si può utilizzare anche come prevenzione delle macchie pigmentarie dovute al sole.

Si consiglia di applicare immediatamente questo prodotto prima dell'esposizione e rinnovare frequentemente e abbondantemente l'applicazione per mantenere la protezione solare, specialmente dopo aver sudato o essersi bagnati o asciugati. È consigliato inoltre evitare la zona del contorno occhi e il contatto con i tessuti.



Per il corpo ho scelto la crema solare con protezione media SPF 30+ di Alkemilla. È una crema solare indicata per proteggere la pelle del corpo e del viso dai raggi UVA e UVB, caratterizzata dalla presenza di filtri tecnologicamente fotostabili. E' consigliata per pelli di fototipo mediamente sensibile ai raggi solari ed è ottima per le prime esposizioni. Lascia la pelle idratata, morbida e profumata, grazie alla presenza di sostanze vegetali come olio di Cocco, burro di Cacao e di Karitè, Aloe Vera, Altea, Malva e mallo di Noce. L'estratto di Henné e di Carota coadiuvano una dorata abbronzatura e la fragranza Monoi lascia la pelle piacevolmente profumata.

Si consiglia di ripetere l'applicazione dopo 2-3 ore di esposizione ai raggi solari.



Infine, molto importante è mantenere alto il livello di idratazione soprattutto dopo l’esposizione solare. Per questo motivo ho scelto il gel multifunzionale d’aloe vera di Arangara , in particolar modo in presenza di pelle arrossata per donare una piacevole sensazione di freschezza.

È possibile idratare la pelle anche con oli, burri e creme a seconda del proprio gusto personale.

E per chi desidera un' abbronzatura più dorata, consiglio di utilizzare anche l’acqua abbronzante di Eco By Sonya da applicare alla sera per 3 volte la settimana. 


Fonti:

http://vanityspace.altervista.org/filtri-fisici-mito-realta/

http://benessere.atuttonet.it/benessere/tanoressia-la-malattia-di-chi-e-ossessionato-dallabbronzatura.php

http://www.my-personaltrainer.it/bellezza/abbronzatura/abbronzatura-U-V.html

Nessun commento:

Posta un commento